Hearthstone – Mazzo Mage Aggro [Low Budget]

Hearthstone-Goblins_vs_Gnomes

Ho recentemente pubblicato sul sito Hearthpwn.com un mazzo low-budget – ma al tempo stesso piuttosto efficace – che mi sta dando numerose soddisfazioni nella ladder EU. Se state cercando un mazzo poco “dispendioso” e con poche pretese per guadagnare qualche posizione nella vostra ladder potete pensare di dargli un’occhiata.

Il mazzo prevede due carte leggendarie: se non le avete (e/o non potete permettervele) potete rimpiazzarle con un altro Sludge Belcher + Stormwind Champion, oppure con la coppia Feugen + Stalagg, con un Archmage + Loatheb o con qualsiasi altra accoppiata di drop pesanti di cui disponete: in molti casi le sorti della partita verranno decise prima di poterli calare, quindi non faranno comunque troppa differenza.

Se volete effettuare qualche modifica sentitevi liberi di sostituire qualsiasi carta da 2 (tranne i due Knife Juggler, sui quali è imperniato l’intero deck) con un validissimo Nerubian Egg, che in questo mazzo è senz’altro azzeccato.

422.Knife-JugglerIl mazzo è piuttosto versatile e consente di impostare diverse strategie a seconda della pescata iniziale. Una possibile apertura può vedere un Knife Juggler calato nei primi due turni, eventualmente anticipando l’uso del mana crystal, seguito da qualche drop di creatura con deathrattle così da costringere l’avversario a eliminarlo con un removal spell lasciandovi il controllo della board – qualsiasi creatura a 1-2 salute rischierebbe infatti di essere eliminata dal knife e/o dal vostro potere eroe. Le cose non andranno male anche dando inizio alle danze con un Mana Wyrm o con un Undertaker, che potranno essere potenziati velocemente tramite incantesimi e/o drop con deathrattle: anche in questo caso l’avversario sarà costretto a prendere danni, rispondere con creature che lo porteranno a trade svantaggiosi o impiegare un removal spell su una vostra creatura da 1, sacrificando in tal modo tempo ed efficienza.

7737.Undertaker

Se riuscirete a tenere il vostro avversario sulla difensiva finirete probabilmente per mandarlo in vantaggio di carte, cosa che potrete compensare sfruttando la coppia di Arcane Intellect e il Loot Hoarder. Tenete presente però che il vostro vero obiettivo è quello di avere un costante vantaggio di creature e punti vita grazie al sapiente uso dei deathrattle e/o dei segreti mediante i quali potrete prevenire incantesimi di rimozione, copiare un drop dell’avversario e ottenere due copie di una vostra creatura eliminata direttamente in mano – cosa che può rivelarsi devastante se si tratta di un Knife Juggler o qualsiasi altra creatura di costo 4+ tra quelle giocate.

Nella maggior parte dei casi riuscirete a chiudere la partita entro i primi 9-10 turni: in caso contrario, se sarete riusciti a preservare un numero sufficiente di creature e/o carte e/o punti vita, avrete la possibilità di utilizzare almeno uno dei vostri due assi nella manica (Ysera e Kel’Thuzad) che, se non contrastati subito, risolveranno a vostro vantaggio qualsiasi situazione. Il mazzo fornisce anche una serie di removal (singoli e ad area) e un paio di Fireball per infliggere gli ultimi danni o per far fuori eventuali finisher dell’avversario.495.Ysera

Fate attenzione a utilizzare il Counterspell nel modo giusto, magari giocandolo nel turno immediatamente precedente a quello che consentirà all’avversario di giocare il suo AE removal di classe (è buona norma impararli tutti). Infine, fate del vostro meglio per utilizzare nel migliore dei modi le numerose “combo” offerte dalle meccaniche di gioco di Khel’Thuzad, del  Knife Juggler e/o dell’Undertaker, creature che possono fare disastri sia con altre carte che, soprattutto, insieme.

7742.Kel'Thuzad

Il deck è disponibile pubblicamente sul sito hearthpwn.com: qui trovate la lista completa delle carte.

Buon divertimento!

 

About Ryan

IT Project Manager, Web Interface Architect e Lead Developer di numerosi siti e servizi web ad alto traffico in Italia e in Europa. Dal 2010 si occupa anche della progettazione di App e giochi per dispositivi Android, iOS e Mobile Phone per conto di numerose società italiane.

View all posts by Ryan →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.