IMAX, Pellicola, 70mm, Digitale e Laser. La tecnologia nei cinema italiani. Piccola guida per orientarsi nell'universo della tecnologia utilizzata nei cinema, in Italia.

IMAX, Pellicola, 70mm, Digitale e Laser. La tecnologia nei cinema italiani.

Che tipo di spettatore sei?
Magari non te lo sei mai chiesto.
Ti accontenti del cinema vicino casa oppure cerchi la migliore qualità disponibile? E qual è lo stato della tecnologia dei cinema italiani?

Tecnologia IMAX

Abbiamo sentito spesso nei trailer promozionali (ad esempio per l’ultimo lavoro di Christopher Nolan “Tenet”) la frase di lancio: “girato in IMAX”.

Che cosa vuol dire IMAX?

Che differenza c’è rispetto ad una sala classica?

Innanzitutto dovremmo iniziare a distinguere tra IMAX nativo ed IMAX digitale.

Per IMAX nativo intendiamo un film girato principalmente in pellicola 70mm, scelta costosa e utilizzata ancora oggi da pochissimi registi (il già citato Nolan, ad esempio, ma anche Quentin Tarantino, che nel suo New Beverly Cinema di Los Angeles proietta ancora in pellicola 35mm), perché molto più alta qualitativamente rispetto al freddo digitale a cui siamo abituati.

DIFFERENZA TRA 35MM E 70MM

Apriamo una piccola parentesi, con lo scopo di capire meglio la differenza “di millimetri” nel formato di una pellicola.

Finché era presente la pellicola in ogni cinema e multisala, fino all’obbligo di dotarsi di proiettori digitali, i film erano proiettati principalmente in pellicola 35mm.

Il 70mm permette di trasmettere maggiore definizione rispetto al 35mm, in quanto le perforazioni sulla pellicola sono in altezza rispetto allo standard dei 35mm.

Per semplificare il significato delle perforazioni della pellicole e per capire di cosa stiamo parlando, intendiamo dei fori che sono posizionati ai lati della pellicola. Hanno lo scopo di facilitare il trasporto del film durante la proiezione ed il fissaggio della pellicola.

IMAX, Pellicola, 70mm, Digitale e Laser. La tecnologia nei cinema italiani.

A seconda dello spessore della pellicola, possiamo avere diversi tipi di perforazioni che vengono anche misurate in termini di rapporto “perforazioni dimensioni telaio / spessore”.  Ad esempio, per una pellicola in 35mm il rapporto è 4 perf / 35mm.

Una pellicola 70mm non IMAX è 5 perf / 70 mm.

Una pellicola IMAX è 15 perf / 70mm.

Da sottolineare il fatto che lo standard delle pellicole vede il trasporto delle immagini in verticale, mentre in IMAX è in orizzontale.

Conviene, inoltre, sottolineare che non esistono film interamente girati in IMAX, causa costi troppo elevati. Quindi ci saranno scene girate in 35mm alternate a scene girate in 65mm (che, con l’aggiunta della traccia audio, raggiungeranno i 70mm). Le scene girate in 35mm verranno adattate in post produzione ma, generalmente, in una Sala IMAX, si riconoscono scene girate tradizionalmente da quelle girate in 70mm in base alle bande nere.

Ad esempio, chi scrive ha avuto la fortuna di assistere alla proiezione de “Il Cavaliere oscuro – il ritorno” in IMAX pellicola. Le scene standard presentavano le bande nere sopra e sotto le immagini, quelle IMAX invece coprivano l’intera dimensione dello schermo.

Naturalmente per proiettare un film in IMAX pellicola non basta un proiettore 70mm, né tantomeno un proiettore digitale standard. Per questo nacquero le Sale IMAX provviste di enormi proiettori in grado di reggere il peso di queste gigantesche bobine. La Sala, anch’essa, non poteva essere la classica sala cinema. La sua struttura è decisamente più imponente, avvolgente e maestosa. La platea è quasi verticale e lo schermo in media ha una altezza di circa 16/20 metri ed una larghezza di circa 22 metri.

Abbiamo sale IMAX nativo in Italia? Proseguite alla prossima scheda per scoprirlo…

About Shyamanuel

Nato con i globuli rossi che vanno in giro con le cineprese, da anni mi diletto nel recensire film e farmi traspostare lontano dalla realtà per mezzo della celluloide. È una passione che non nuoce alla salute e sono felice di esserne contagiato. Il mio nickname, se qualcuno se lo domandasse, è la fusione tra uno dei miei registi preferiti, M. Night Shyamalan, ed il mio nome.

View all posts by Shyamanuel →

Leave a Reply

Your email address will not be published.