Counter-Strike Global Offensive: 10 consigli (e oltre 50 video-guide Youtube) per diventare più forti

Counter-Strike Global Offensive: 10 consigli (e oltre 50 video-guide Youtube) per diventare più forti

Introduzione

Una delle mie più grandi soddisfazioni videoludiche di sempre è stata quella di aver raggiunto il rank Supreme Master First Class in Counter-Strike: Global Offensive, l’ultima incarnazione di uno dei franchising FPS più giocati dal 1998 ad oggi, ovvero  Counter-Strike. Si tratta del penultimo livello più alto tra quelli previsti, subito sotto al leggendario traguardo del Global Elite.

 

cs-go-ranks-sheet-chart

 

Uno dei motivi del successo ormai ventennale di Counter-Strike è proprio la sua difficoltà: diventare bravi è impegnativo, diventare veramente forti è davvero molto difficile. Questa è la distribuzione media dei giocatori di Counter-Strike: Global Offensive attivi nel mondo (diversi milioni di cui oltre 650 mila in contemporanea nei momenti di picco, secondo il sito steamcharts.com):

 

cs-go-new-ranking-system-november-vs-now

 

Le statistiche di cui sopra sono state pubblicate a maggio 2016, alcuni mesi dopo il rilascio del nuovo sistema di ranking: quest’ultimo ha reso mediamente più severa l’assegnazione dei vari rank, in modo da rendere la distribuzione dei giocatori più lineare. La colonna di sinistra mostra la situazione a novembre 2015, immediatamente prima dell’introduzione del nuovo sistema: la colonna di destra mostra la nuova distribuzione a distanza di sei mesi, che corrisponde grossomodo alla situazione attuale. Si può notare facilmente come il livello “medio”, ovvero quello della maggioranza dei player, si sia spostato dal Nova4/MG1 di novembre al Nova2, rendendo quindi ancora più difficili  – e prestigiosi – i rank più elevati.

Quali sono i segreti per migliorare a CS:GO? Come sempre, nulla può prescindere da un allenamento costante e rigoroso: Counter-Strike è un gioco altamente competitivo, con caratteristiche piuttosto simili a quelle di qualsiasi sport di squadra. E’ possibile lavorare sul proprio rendimento individuale, impostando l’allenamento su spostamenti, posizione e mira, oppure migliorare le prestazioni della propria squadra, spostando il focus sulle tattiche, sinergie di gioco e utilizzo degli accessori (granate, flashbang e fumogeni). Entrambi gli aspetti sono importanti, ed entrambi – come tutti gli sport – beneficiano principalmente di una cosa fondamentale: l’esperienza, intesa come capacità di rendere familiari il maggior numero possibile delle infinite situazioni di gioco così da sapere sempre la cosa giusta da fare al momento giusto… o quasi. Può sembrare un’ovvietà, ma di fatto è una delle cose più sottovalutate da tutti i giocatori, specialmente dai principanti. Counter-Strike, come la maggior parte dei giochi e degli sport, è un gioco che premia la costanza, la capacità del giocatore di ripetere a menadito una serie di operazioni in modo sempre più veloce e preciso, perfezionandole fino a trasformarle in automatismi.

L’esperienza, inutile dirlo, si costruisce soltanto in un modo: giocando nel modo giusto, ovvero seguendo un programma di allenamento funzionale agli aspetti del gioco che ci interessa migliorare. Il modo migliore per preparare questo programma è, secondo chi scrive, ascoltare i consigli e i suggerimenti di chi ha fatto di questo gioco una professione: il presente articolo è dedicato proprio a questo, raccogliendo dieci tra i migliori video-tutorial di Counter-Strike: Global Offensive realizzati da giocatori che partecipano con successo ai tornei, campionati ed eventi internazionali più importanti al mondo: DreamHack, ESL One e WESG, solo per citarne alcuni.

Partiamo dunque con l’elenco dei video-tutorial, ciascuno dei quali approfondirà un aspetto peculiare del gioco.

RELATED POSTS

About Ryan

IT Project Manager, Web Interface Architect e Lead Developer di numerosi siti e servizi web ad alto traffico in Italia e in Europa. Dal 2010 si occupa anche della progettazione di App e giochi per dispositivi Android, iOS e Mobile Phone per conto di numerose società italiane.

View all posts by Ryan →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.