Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga

Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga

Himedere / Oujidere: significato ed esempi

Himedere, aggettivo composto da Hime (principessa) + Deredere (amorevole, tenero) definisce il profilo caratteriale di una ragazza che percepisce se stessa come naturalmente superiore agli altri e come tale pretende di essere trattata. Caratteristiche immancabili delle Himedere sono la presunzione, il narcisismo e la tendenza a impartire ordini agli altri personaggi percepiti come inferiori e sottoposti.

L’Oujidere (Ouji = principe) è esattamente il corrispondente maschile: pieno di sè, vanitoso e con la tendenza a schiavizzare gli amici e a disprezzare gli avversari. Gli Oujidere sono rivali molto diffusi negli anime/manga sportivi.

Il “complesso di superiorità” da cui Himedere e Oujidere sono afflitti li rende quasi sempre personaggi negativi o antagonisti. La componente “Deredere”, infatti, è decisamente subliminale e può indicare o una bontà d’animo di fondo o un atteggiamento improvvisamente amorevole verso un altro personaggio che, per qualsiasi motivo, è da essi percepito come “di pari livello”.

Talvolta Himedere e Oujidere possono rivestire il ruolo di comprimari involontariamente comici.

 

Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga
Lady Miya (Caro Fratello): L’ape regina della scuola ed il perfetto emblema di antagonista Himedere

 

Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga
Mei Narumiya (Ace of Diamond): Convinto di essere il principe del baseball, è il tipico avversario sportivo Oujidere

 

Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga
Priscilla Barielle (Re:Zero): Altra comprimaria Himedere dichiaratamente negativa

 

Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga
Tatewaki “Aristocrat” Kuno (Ranma ½): Tipico esempio di antagonista Oujidere che si rivela sostanzialmente un comprimario comico

 

About Yukine

Super appassionato di Anime e di subcultura nipponica. Gambarimasu! Farò del mio meglio per condividere con voi le mie riflessioni e i miei approfondimenti in materia.

View all posts by Yukine →

3 Comments on “Tsundere, Kuudere, Yandere e gli altri stereotipi caratteriali di anime e manga”

    1. Ciao Giulia! sei mai finita nel bad ending n°1 di Yoosung? La reputazione di yandere viene da lì. Oltre che da una celebre telefonata in cui si dimostra particolarmente geloso e chiede a MC di “parlare solo con lui, guardare solo lui e pensare solo a lui”. Sicuramente se ne può discutere ma io credo che gli autori si siano divertiti a dare a Yoosung questa sfumatura di personaggio dolce ma “inquietante”. Ti basti pensare all’ossessione che dimostra nei confronti di Rika e nel voler vedere a tutti i costi la somiglianza tra lei e MC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.